Lo yoga e le sue origini, pratiche e sintesi dei testi tradizionali

Libro Lo Yoga e le sue Orgini

 

 

 

 

 
Questo libro presenta le diverse vie dello yoga a partire dalle tradizioni da cui si origina, quella dei tantra, dei Veda ed epico-puranica.
Questa schematica ma doverosa distinzione permette una conoscenza completa della sua filosofia e mostra le linee guida per una pratica esperienziale impostata sulla lettura dei sutra.


Leggi tutto...

Ridurre l’attività dei Klesa (stati di sofferenza)

Significato di Klesa

Il concetto di klesa riguarda tutti quei parametri che ci tengono in uno stato alterato e ci portano alla sofferenza. Lo stato alterato è anche simile al concetto di emozione, uno stato in cui siamo mossi da qualcosa o qualcuno… non siamo in uno stato di equilibrio di base.

Leggi tutto...

Yoga, corpo e alchimia

 È abitudine usare il termine alchimia in senso lato, in modo generico senza fare nessun riferimento alla tradizione stessa dell’alchimia. Lo stesso destino tocca alla parola yoga. Tutto è yoga, tutto è alchimia, è vero. Yoga e alchimia descrivono i processi della vita e in questo senso possiamo certamente usare questi termini a ogni occasione che si presenta. Meglio però sarebbe specificare quando si scrive e si svolge una relazione a cosa si faccia riferimento quando si parla di yoga e di alchimia.

Leggi tutto...

Insegnare yoga (Dott. M.V.Bhole)

"So che, in un’ora di Yoga, generalmente, vengono proposte molte pratiche; io vi ho proposto una sola Asana e, se siete abituati a fare tante Asana in un’ora, potrebbe essere stato un po’ difficile per alcuni di voi; in pratica, per quarantacinque minuti, abbiamo lavorato solo con il respiro.

Leggi tutto...

Elementi di meditazione

Gli elementi della meditazione nella pratica yogica

Nella nostra tradizione la parola meditazione ha origini latine e significa pensare, riflettere, misurare.
Nella tradizione dello yoga la meditazione è una parte del percorso che l’individuo compie per lo sviluppo del proprio essere.
La pratica dello yoga è suddivisa in due parti: yoga esterno e yoga interno. Si dice che lo yoga si realizza in otto tappe, quattro indicano lo yoga esterno, la quinta è una tappa intermedia e tre rappresentano lo yoga interno.

Leggi tutto...

Pratyahara

Pratyahara è proprio questo: ci si disconnette sensorialmente dal mondo esterno e si rimane inseriti in una situazione interiore

Leggi tutto...

Consapevolezza del corpo

Una delle vie di auto-realizzazione passa attraverso il corpo

Nella pratica dello yoga si può mettere attenzione al corpo come lavoro iniziale di base. È un modo per iniziare ad avere attenzione a sé.
Questa consapevolezza ci permette innanzitutto di avvertire il corpo, risvegliarne la sensibilità e sentire se vi è necessità di rilassarlo o allentare tensioni sul piano fisico.

Leggi tutto...

Conoscenza yogica

Come base della disciplina dello yoga troviamo questo concetto: il ruolo di colui che è in grado di percepire: Drsta (Bhole)

La differenza tra la filosofia, le religioni e lo Yoga è che lo Yoga non si sofferma su concetti di discussione o a livello di elaborato filosofico ma ci parla sempre di esperienza e dice: quando ne avrai fatto l’esperienza, saprai; “se vuoi capire di che cosa tratta lo yoga fai la tua esperienza”.

Leggi tutto...

I vari sentieri dello yoga

Impossibile tracciare una mappa delle varie tipologie di yoga esistenti. De Michelis elabora una quadruplice tipologia dello yoga moderno, distinguendo tra:

  • Yoga psicosomatico moderno
  • Yoga confessionale moderno
  • Yoga posturale moderno
  • Yoga meditativo moderno

Leggi tutto...