Accademia_Samavaya_2.png


Insegnante_yoga_ok.jpg


Formazione insegnante yoga
ottobre 2021


Diventare insegnante 
Un corso intensivo per diventare insegnante di yoga, per imparare ad accompagnare sé stessi e gli altri verso uno stato di maggiore consapevolezza e presenza.


Il ruolo dell’insegnante di yoga [da un seminario di M.V. Bhole]

“Compito dell’insegnante di Yoga è guidare il proprio studente verso un’esperienza interiore altrimenti le tecniche applicate allo yoga non daranno l’effetto voluto e anziché fluire verso lo yoga spirituale andremo verso lo yoga materiale.


Quando durante una pratica di Hatha-yoga decidiamo di sollevare un braccio, l’esperienza che facciamo può essere paragonata a quella che facciamo quando solleviamo il braccio giocando a tennis?
Anche in una scuola di danza s’insegna a sollevare un braccio, così come lo si fa durante una lezione di yoga, dobbiamo solo cercare di capire qual è la differenza. L’atteggiamento mentale è di certo totalmente differente. La stessa persona a casa solleva il braccio, per prendere un barattolo, di nuovo avrà un’esperienza diversa.


Quando in un libro di yoga vediamo un individuo con il braccio sollevato, i suoi pensieri e le sue sensazioni non vengono spiegate, viene scritto soltanto - inspira, solleva il braccio, espira abbassalo - , posso eseguire, ma, intanto, se penso ad altro, non stabilisco nessun contatto con me stesso”. 


Caratteristiche

Percezione del corpo
Grazie a questo percorso potrai apprendere i due elementi essenziali dello yoga: la conoscenza dei testi classici e la capacità di percepire e far percepire il corpo e il respiro nel modo più completo e totalizzante possibile.


Seguire i testi tradizionali
Tanti anni di esperienza hanno portato alla realizzazione di un percorso agile e diretto, coerente a quelle che sono le linee guida contenute nei testi (Samkhya, Yoga sutra, Bhagavad gita, Hatapradipika, Vijnanabhairava).


Evitiamo in questo modo la trasformazione dello yoga in una forma riduttiva di ginnastica-yoga così come è oggi comunemente diffusa.


Programma

Il corpo

  • La differenza tra lo yoga del distacco e quello dell’unione.
  • Tradizione vedica e tantrica. Riconoscere le varie forme di yoga.
  • L’ascolto del corpo, principi base dello yoga sensibile.

Asana

  • Dallo yoga posturale a quello tradizionale.
  • Percezione corporea e asana. Come praticare, come insegnare.

Il respiro, prana e pranamya

  • Respiro, spontaneo e volontario. Come regolarlo. Come ascoltarlo.
  • Elementi di prana e pranayama. Come praticare, come insegnare.

Il corpo yogico

  • Nadi, kundalini, chakra, mudra, mantra, nyasa.
    Come praticare, come insegnare.

Monte ore

Nove weekend, totale ore 135


A chi è rivolto

Il corso è aperto a tutti.
In particolare, se sei operatore dbn, psicologo, counselor, insegnante, osteopata, o se svolgi una professione educativa, di assistenza alle persone, questo programma ha un indirizzo volto all’evoluzione e alla crescita personale.


Calendario Formazione 2021-2022

Lissone (MB)

30-31 ottobre
26-27 novembre
18-19 dicembre
22-23 gennaio 2022
19-20 febbraio
19-20 marzo
23-24 aprile
21-22 maggio
18-19 giugno


Sant'Anastasia (Na)

16-17 ottobre 
13-14 novembre
11-12 dicembre 
15-16 gennaio 2022
12-13 febbraio
12-13 marzo
9-10 aprile
14-15 maggio
11-12 giugno


Diplomi, riconoscimenti
La legislazione vigente

Esiste una sola e unica legge in Italia che regola tutte le attività professionali non organizzate in ordini e collegi, tra le quali rientra la figura dell'insegnante di yoga in Italia ed è la L. 4/2013.
L'articolo 2 definisce l'attività professionale non organizzata in ordini e collegi:

- 2. Ai fini della presente legge, per «professione non organizzata in ordini o collegi», di seguito denominata «professione», si intende l'attività economica, anche organizzata, volta alla prestazione di servizi o di opere a favore di terzi, esercitata abitualmente e prevalentemente mediante lavoro intellettuale, o comunque con il concorso di questo, con esclusione delle attività riservate per legge a soggetti iscritti in albi o elenchi ai sensi dell'art. 2229 del codice civile, delle professioni sanitarie e delle attività e dei mestieri artigianali, commerciali e di pubblico esercizio disciplinati da specifiche normative.


Come è chiaramente indicato nell'articolo 4:
L'esercizio della professione è libero e fondato sull'autonomia, sulle competenze e sull'indipendenza di giudizio intellettuale e tecnica, nel rispetto dei principi di buona fede, dell'affidamento del pubblico e della clientela, della correttezza, dell'ampliamento e della specializzazione dell'offerta dei servizi, della responsabilità del professionista.


Durata dei percorsi formativi 
Quando si dice che "l'esercizio della professione è libero" significa che non è lo stato a decidere la durata del percorso formativo.

Questo è il motivo per cui ogni centro, associazione o ente è libero di proporre una durata dei corsi in autonomia (un weekend, piuttosto che 250 ore, fino a 4 anni e più di formazione).


I vari diplomi hanno "solo" la funzione di qualificare l'insegnante e mettono in grado enti e associazioni di fornire coperture assicurative e consulenze fiscali per l'avvio dell'attività professionale.


Riconoscimento dei diplomi
Diffidate di chi vi propone diplomi “abilitanti” alla professione. La professione è libera. Chiunque può praticare ogni forma di yoga senza neppure necessità di avere un attestato.


I diplomi erogati dai vari enti o associazioni sono “qualificanti” e non abilitanti. Aiutano ad agevolare gli obblighi dell’insegnante verso la legge (adempienti fiscali e assicurativi) e i suoi doveri versi l’utenza (professionalità e qualità dell’insegnamento).


Assitenza fiscale e legale
Per fornire assistenza fiscale mi sono affiliato a un ente che,  fra i molti, è quello più rispettoso e più coerente ai termini della legge 4/2013, il Movimento libere discipline bio-naturali.


Per informazioni puoi  telefonare o inviare una mail in accademia.
Gino Fioravanti, 347.46.30.811