Lo yoga è un metodo a indirizzo filosofico finalizzato all'equilibrio, al benessere e alla realizzazione. Si sviluppa all’interno delle antiche tradizioni dell’India, quella vedica e quella dei tantra e nasce per soddisfare il bisogno innato di eliminare la sofferenza e muoversi verso il benessere e la rivelazione del potenziale divino nell’uomo. Il corpo diventa il luogo naturale e sacralizzato dell’esperienza yogica.


Il termine yoga ha un diverso significato a secondo della tradizione che lo utilizza. Se ci riferiamo ad alcune upanisad vediche e ai darsan (Samkhya e Yoga sutra) ha il significato di distacco mentre se facciamo riferimento ai tantra ha il significato di unione. È molto importante conoscere questa sua doppia natura perché permette di orientare con precisione le pratiche. Da questi visione nascono tutte le forme di yoga conosciute.


Le più importanti forme di yoga tradizionali sono:
Kriya e Astanga yoga contenuti nello Yoga sutra di Patanjali.
Jnana yoga, Karma yoga, Bakti yoga presenti nella Bhagavad gita.
Hata yoga, Kundalini yoga, Nada yoga, Laya e Raja yoga spiegati nell'Hatapradipika.

 

Sapere a cosa siamo uniti,
sapere da cosa distaccarci,
ecco la via dello yoga (M.V. Bhole)